Le donne i cavallier l’armi i lavori

Libro dedicato ad un assioma non ancora molto considerato e studiato, soprattutto nell’ambito didattico-formativo: la donna è diversa dall’uomo.
La parità dei diritti è una cosa, l’uguaglianza fra sessi un’altra.
Da questa affermazione apparentemente banale si dipana una serie di meditazioni molto personali, che cominciano dall’osservare la donna come “elemento giocatore”, passando a considerarla come “componente di ricchezza” nel gruppo di lavoro, e finendo per considerarla come “soggetto di potere e di nuove dinamiche, nello specifico fra donne”.
Con l’obiettivo finale non di risolvere dubbi, ma anzi di porne almeno uno importante: non sarà che tutte le aperture rivolte al genere femminile attuali sono articolate come se le donne non fossero donne? Come se non fossero diverse dal modello del maschio dominante studiato fino ad oggi? Come se non avessero il diritto e il dovere di pensare al lavoro e alle relazioni in modo diverso dagli uomini?
Lo si può ordinare, come il precedente Met@forming dello stesso autore, direttamente presso la Società Editrice Dante Alighieri di Roma sia in supporto cartaceo che in e-book o pdf.

L'USO DEL GIOCO E DELLA METAFORA NELLA FORMAZIONE, NEGLI EVENTI E IN ALTRE STORIE